La sala intitolata a Olga Ceriani

Si è svolta all’ospedale Sant’Anna la sesta edizione di “Donne allo Specchio”, l’evento organizzato dall’Oncologia dell’ospedale Sant’Anna e dell’associazione “Tullio Cairoli” per la Festa della Donna. L’iniziativa è stata dedicata alla memoria di Olga Trombetta Ceriani, fondatrice e presidente di Noisempredonne, ricordata da una commossa Monica Giordano, primario dell’Oncologia e presidente della “Tullio Cairoli”. L’emozione ha pervaso anche le parole del figlio Edoardo, presente all’incontro insieme al padre Sergio, al fratello Vittorio e alle sorelle Federica e Paola, che ha sapientemente tratteggiato la figura della mamma e messo in evidenza l’esempio che rappresenta.
Olga Ceriani ha fondato Noisempredonne nel 1997 e ha raccolto attorno sè donne che come lei si erano ammalate di tumore e desideravano dare sostegno umano e psicologico ai malati di cancro e ai loro familiari curati nella Radioterapia dell’ospedale Sant’Anna e nella Senologia e Oncologia dell’ospedale Valduce. A lei è stata oggi intitolata la sala d’attesa della Radioterapia del Sant’Anna, un doveroso riconoscimento all’impegno profuso in questi anni per i pazienti oncologici.
L’appuntamento dell’8 marzo, ormai diventato una tradizione per il presidio di San Fermo, ha proposto anche la presentazione del libro della giornalista della Provincia Anna Savini, intitolato “Buone ragioni per restare in vita” (Ed. Mondadori), nato dalla sua esperienza di malattia e guarigione. Nel volume, adottato come libro di testo da una scuola media del Varesotto, Savini ha spiegato l’impatto che ha avuto su di lei la diagnosi, ma anche che bisogna trovare i motivi per cui vale la pena vivere, essi stessi un’ottima cura.
Nel corso dell’evento è stato dato anche spazio alle progettualità dell’U.O. di Oncologia e dell’Associazione Tullio Cairoli. La psicologa Paola Zavagnin ha annunciato la terza edizione del nuovo corso di mindfulness per le pazienti oncologiche del Sant’Anna, che partirà nelle prossime settimane. Inoltre, sul tema dell’importanza di coltivare il benessere l’insegnante Vanessa Frigerio ha illustrato la disciplina del pilates, anche con una dimostrazione pratica per le pazienti.
Le tante iniziative del reparto e dell’associazione sono possibili anche a tante donazioni. La più recente è quella di turbanti in seta realizzati dall’azienda comasca Mantero, offerti Rotary Club Appiano Gentile Colline Comasche, come hanno ricordato Paola Mognoni, presidente del club, e la socia Mariangela Ferradini.
All’evento, patrocinato da Fondazione Veronesi e Confartigianato Impresa Donna, è intervenuta anche una delegazione di Apeo, l’Associazione Professionale di Estetica Oncologica, che ha offerto gratuitamente alle pazienti sedute di trucco e trattamenti relax. Il segretario generale di Apeo Walter Andreazza ha sottolineato l’importanza di lavorare anche sul benessere delle signore in cura. Grande l’apprezzamento per la professionalità delle estetiste di Apeo Stefania Cirillo, Vanna Volontè, Viviana Curti e Sandra Rocchi.
Il pomeriggio si è concluso con un rinfresco offerto da Camst. Per tutte le partecipanti in regalo omaggi della ditta Biorga, grazie alla partecipazione di Patrizia Mascheroni, e del Centro Estetico Etrebel di Cadorago di Giovanna Celeschi.

RASSEGNA STAMPA:

Il Giorno 09/03/2018

La Provincia di Como 09/03/2018

No comments yet.

No one have left a comment for this post yet!

Leave a comment